Tutti i Sabati a pranzo sara' possibile scegliere tra il menu' fisso e quello alla carta!! Dal 18 Giugno tutti i Martedi' "SERATE LATINE & PAELLA E SANGRIA" - Dal 21 Giugno al 20 Settembre con la "RASSEGNA GASTRONOMICA D'ESTATE" - Tutti i Giovedi' sera con "SERATA GRIGLIA" e tutti i Venerdi' dal menu alla carta sara' disponibile la "ZUPPA DI PESCE" - E' gradita la prenotazione... STAY TUNE!!!
 
 































 
Gradella




DA VEDERE
Castelli, chiese e palazzi antichi
 
Il borgo di Gradella, che dal 2005 fa parte de "I Borghi più Belli d'Italia" come primo borgo rurale, merita una passeggiata fatta in tutta calma, per godersi l’abitato rurale con le caratteristiche case dipinte in giallo e profilate di mattoni rossi e le corti comunicanti. Ai margini del borgo si trova villa Maggi, costruita nel XVII secolo, ma che deve il suo aspetto attuale alle modifiche apportate nei secoli XIX e XX. Al centro di Gradella si erge la nuova Chiesa Parrocchiale dedicata alla S.S. Trinità e a S. Bassiano i cui lavori iniziarono nel 1895, mentre di fronte al cimitero si trova una piccola cappella costruita esattamente sul luogo dove si ergevava il lazzaretto, realizzato durante la peste del 1630.
 
Nelle vicinanze di Gradella – nel Comune di Pandino - è possibile visitare il Castello Visconteo, l’edificio meglio conservato tra i castelli costruiti dai Visconti nel XIV secolo. Voluto da Bernabò Visconti e dalla Regina della Scala nel 1355 come residenza di caccia, ha forma quadrata, eleganti porticati e un’ampia corte; delle quattro torri originarie ne rimangono solo due, mentre ogni stanza conserva ancora oggi le pitture scelte dai signori di Milano, soprattutto di forme geometriche contenenti gli stemmi di famiglia.
A Pandino troviamo anche la chiesa di S. Marta, eretta probabilmente nella seconda metà del XV secolo, con interessanti affreschi votivi databili tra ‘400 e ‘500, e la parrocchia di S. Margherita riedificata in forme neoclassiche nel corso degli ultimi anni del XVIII secolo, dopo che la chiesa originaria era andata distrutta.
Nei dintorni di Pandino merita una visita anche il sito archeologico di Palazzo Pignano, con la Pieve protoromanica di S. Martino costruita sopra i resti di una basilica paleocristiana del V secolo d. C.; nella zona dietro la chiesa sono inoltre visibili i resti di una villa romana, appartenuta a importanti personaggi del tempo. 
 
DA GUSTARE 
Piatti e prodotti del borgo
 
Tipica del nostro territorio è la produzione di salame nostrano. Come in tutta la zona sono da segnalare anche i “tortelli” cremaschi, preparati con amaretti, spezie ed erbe aromatiche e la trippa, che viene cucinata con molte verdure. Una specialità antica, nata a Pandino, è quella del formaggio Panerone, dal caratteristico gusto amarognolo. 
A Gradella ha sede il caseificio “Conte Aymo”, che produce mozzarelle di latte vaccino realizzate col metodo tradizionale, provolone, ricotta e burro. 
 
DA FARE
 
Il borgo di Gradella e i paesi limitrofi si prestano in modo eccezionale al cicloturismo. Sono poi diverse le occasioni per partecipare alle manifestazioni organizzate dalle varie associazioni del luogo, come i raduni dei Boyscout, presenti dal 2000, o quelli del Motoclub - nato nel 1984 e dedicato al moto-turismo- uno dei più grandi d’Italia, la “Sagra del Paese” – che si tiene nel secondo weekend di ottobre, una settimana prima della Sagra di Pandino (terzo sabato/lunedì di ottobre).
 
DA CURIOSARE
 
Girovagando tra le vie di Gradella, è possibile vedere un gruppo di daini, importati dall’ultima contessa di Gradella, Camilla Martinoni Maggi, che aveva una vera e propria passione per questi animali. I daini si sono ambientati perfettamente tra i bovini e gli equini allevati nel borgo, e accolgono festosamente chiunque si avvicini loro. 
 

 









 
 


Osteria Degli Amici - Via Maggiore, 18 - 26025 Gradella di Pandino (CR) - Tel. 0373.90163 / 0373.90384 - Fax 0373.972686 - info@osteriadegliamici.com